L’enciclopedia delle farine: le migliori per la pizza

farina

Quando si pensa alla farina è difficile non pensare anche alla pizza: le farine, infatti, rappresentano l’alimento base da cui partire per la preparazione dell’impasto per pizza. A prescindere dal condimento che si sceglie di utilizzare, preparare un ottimo impasto per pizza costituisce certamente la garanzia per una pizza gustosa. Vediamo, dunque, quali sono le migliori tipologie di farine per pizza da utilizzare per creare un impasto saporito e non banale.

Quali farine? Le varietà di farina

La farina è il prodotto alimentare che si ottiene dalla macinazione di vari cereali. Esistono, per questo, molti tipi di farina: quella di mais, quella di segale, quella di orzo o di avena. La più conosciuta e utilizzata, però, è la farina di frumento: essa si ottiene con la macinazione del grano tenero ed è impiegata nella preparazione di prodotti gastronomici sia dolci che salati. La farina di frumento, infatti, permette di ottenere diversi tipi di farine. Esse si distinguono a partire dal loro grado di raffinazione e macinatura, ottenendo:

  • farina tipo 00, ossia la farina più raffinata;
  • farina tipo 0, una tipologia di farina meno raffinata della precedente;
  • farina tipo 1, che contiene una discreta quantità di fibre e componenti del grano;
  • farina tipo 2, definibile anche come “farina semi-integrale”, in quanto preserva una buona componente di fibre;
  • farina integrale, ovvero il tipo di farina che subisce un processo di raffinazione minore e contiene al suo interno il chicco di grano per intero.

Va tenuto presente che, in base all’intensità della raffinazione, il colore del prodotto muta diventando gradualmente più scuro. La farina tipo 00 è caratterizzata dalla colorazione bianca e dalla grana estremamente impalpabile; la farina integrale, invece, presenta un colorito tipicamente marroncino e, non essendo raffinata, risulta grossolana al tatto. Di conseguenza, in base alla scelta della farina per pizza che fa più al caso vostro, avrete un impasto più o meno chiaro.

Farina per pizza di tipo 00

In generale, le specialità da forno devono la propria morbidezza, la propria fragranza e consistenza proprio all’utilizzo di farine più o meno raffinate: dunque, quali sono le migliori farine per pizza?

I tipi di farina per pizza più comuni sono sicuramente la farina tipo 00, di tipo 0 e quella tipo 1. Esse sono certamente le farine ideali da utilizzare per la preparazione della pizza perché contengono una buona percentuale di glutine: questo elemento, infatti, permette di ottenere un impasto per pizza elastico, facilmente lavorabile e, dopo la cottura, ne assicura la fragranza.

Possiamo distinguere le farine tipo 00 in base alla necessità di lievitazione da conferire al proprio impasto: avremo, infatti, farine adatte ad una lievitazione rapida, media o lenta.

  • La farina per pizza a lievitazione veloce è ideale per preparare pizze o focacce che richiedono un massimo di 6 ore di lievitazione;
  • la farina per pizza a lievitazione media, invece, consente di creare prodotti lievitati in un massimo di 12 ore;
  • la farina per pizza a lunga lievitazione, infine, è ideale per prodotti da forno che richiedono tempi lunghi di lievitazione.

Le migliori farine per pizza: tipo 1 e integrali

Se, invece, siete intenzionati a realizzare un impasto per pizza dal sapore rustico e dal caratteristico profumo, oppure volete cimentarvi nella realizzazione di un’ottima e sofisticata pizza gourmet, dovrete porre un’attenzione particolare alla scelta delle farine migliori per pizza più adatte alle vostre esigenze.

La farina tipo 1 risulta essere una sorta di via di mezzo tra una farina integrale e una farina estremamente raffinata: macinata a pietra, questa varietà di farina preserva al suo interno un quantitativo discreto di crusca e fibre che conferiranno al vostro impasto una croccantezza e un colore unico e particolare.

La farina integrale, invece, è famosa per la sua grana: tutt’altro che sottile, essa risulta ruvida al tatto proprio perché non subisce il processo di raffinazione, permettendole quindi di preservare intatte tutte le sue componenti. Dal colore inconfondibile, la farina integrale è declinata in diverse varietà, classificabili in base alla dimensione della crusca presente al suo interno; per questo si hanno vari tipi di farina integrale come:

  • la farina integrale grossa, contiene foglie di crusca di grandi dimensioni;
  • la farina integrale fine, invece, contiene al suo interno foglie di crusca sottili.

Farina multicereali per la pizza originale

Utilizzare la farina multicereali per pizza risulta essere certamente un’opzione tanto insolita quanto originale: questa particolare tipologia di farina è composta da una miscela di grano tenero e cereali, tra cui i il riso, la segale, l’orzo e l’avena. Si tratta di una varietà di farina particolare ma estremamente versatile poiché si presta facilmente a molteplici tipologie di preparazioni.

La farina multicereali per pizza possiede un aroma inconfondibile e ricercato: essa costituisce la base ideale da preparare per esaltare i condimenti più particolari e saporiti. L’impasto ottenuto con questo tipo di farina sarà sicuramente l’ideale da utilizzare per creare le vostre migliori pizze ispirate alla raffinata e ricercata cucina gourmet.

Dunque, l’ambito delle farine è estremamente variegato e multifunzionale. Un alimento così semplice costituisce la base delle vostre preparazioni, dalle più semplici e tradizionali alle più gustose e ricercate. Ora che avete scoperto quali sono le migliori farine per pizza, potrete certamente provare a ricreare delle pizze dal sapore unico e dal profumo inconfondibile. Per dar vita alle vostre uniche creazioni e selezionare la farina che più si adegua alle vostre preparazioni e alle vostre esigenze, non vi resta che affidarvi all’eccellente qualità dei migliori prodotti per pizzerie.

×