Cottura della pizza: alcuni consigli per un risultato perfetto

cottura della pizza

Cosa c’è di meglio di una pizza dorata e fragrante per allietare la clientela in pizzeria? Quanto è inconfondibile l’odore di una pizza durante la cottura? La cottura della pizza, come sanno bene i pizzaioli professionisti, è fondamentale per ottenere un risultato impeccabile. Quali sono, quindi, i consigli per una cottura pizza perfetta? Oggi illustreremo i fattori da tenere in considerazione per servire nel vostro locale pizze ben cotte e dalla giusta consistenza.

Cottura della pizza: cosa accade durante questa delicata fase?

La cottura della pizza, in realtà, è tutt’altro che un’operazione semplice. Pensate che, durante questa fase così delicata, grazie al calore si innescano all’interno dell’impasto diversi processi chimici che permettono di cuocere e di esaltare le sue caratteristiche. Il processo di cottura, in particolare, è stato studiato approfonditamente da un medico e chimico francese, Louise Camille Maillard, nella seconda metà dell’Ottocento. Il medico, infatti, ha studiato i processi chimici che hanno luogo durante la cottura di un alimento, tanto che la reazione chimica che avviene quando un alimento si cuoce prende il nome di reazione di Maillard.

La cottura della pizza secondo la reazione di Maillard

Per quanto riguarda la cottura della pizza, ciò che accade durante questo processo è che la fermentazione dell’impasto si arresta, l’anidride carbonica sprigionata dai lieviti durante il processo di lievitazione della pizza viene eliminata, l’acqua evapora e l’impasto aumenta di volume per poi formare, sulla parte più esterna, la tipica crosticina croccante che tanto piace ai clienti.

Oltre alla reazione chimica, però, quali sono le accortezze da adottare per cuocere la pizza? Quali sono le temperature ideali e i tempi di cottura della pizza? In realtà non ci sono regole ben precise, ma ci sono delle caratteristiche da rispettare, se si vuole proporre alla propria clientela pizze perfette. Vediamo, quindi, nel dettaglio quali sono queste caratteristiche.

Tempi e temperatura per cuocere la pizza: quali sono quelli ideali?

Il primo fattore da tenere da conoscere è la giusta temperatura per cuocere la pizza. Quest’ultima, infatti, è fondamentale per innescare il giusto processo di cottura della pizza, per un risultato impeccabile. Solitamente, se nel vostro locale possedete un forno elettrico o a gas, la temperatura del forno per la pizza dovrà essere compresa tra i 330 e i 380 °C. Diverso, invece, è il caso del forno a legna, in quanto la temperatura dovrà essere necessariamente più alta per garantirvi una cottura uniforme. In questo caso, essa sarà compresa tra i 380 e i 450 °C.

Altro fattore fondamentale per ottenere un risultato impeccabile è rappresentato dai tempi di cottura della pizza. La pizza, infatti, non ha bisogno di tempi di cottura lunghi, anzi: secondo la tradizione della vera pizza napoletana, un solo minuto sarebbe più che sufficiente per ottenere una cottura tradizionale. In generale, però, prestate attenzione al colorito della pizza durante la cottura, alla presenza di bolle d’aria in crosta e alla giusta consistenza degli ingredienti utilizzati per il condimento. In questo modo sarete certi di aver ottenuto una cottura pizza perfetta.

Cottura pizza: attenzione anche alla qualità e all’utilizzo degli ingredienti

Anche la qualità degli ingredienti ha una sua rilevanza nella cottura della pizza. Per ottenere una pizza dal sapore ottimale e dalla giusta consistenza e cottura, è opportuno che selezioniate gli ingredienti migliori per le vostre pizze. In particolare, durante la preparazione si consiglia di utilizzare una salsa di pomodoro poco acquosa e abbastanza densa, affinché durante la cotturaessa non rischi di bagnare eccessivamente l’impasto, rendendo così difficile la cuocere. Una salsa realizzata con pomodori pelati San Marzano, per esempio, è ideale per questo scopo.

Per quanto riguarda la mozzarella, anch’essa deve essere scelta e utilizzata con cura. La mozzarella per pizza, infatti, deve necessariamente essere lasciata spurgare del siero in eccesso, per garantirvi una pizza dalla cottura ottimale. Quindi, se scegliete la mozzarella fiordilatte o quella di bufala campana DOP, abbiate cura di utilizzarla nel modo giusto, così che la vostra pizza abbia una consistenza impeccabile.

Infine, anche l’utilizzo di altri ingredienti sulla pizza, come per esempio le conserve di verdure oppure i salumi, deve essere ben ponderato. Le verdure, infatti, sono degli alimenti ricchi d’acqua ed è per questo che necessitano di cottura prima del loro utilizzo. Per evitare che, invece, i salumi si secchino eccessivamente, potrete scegliere di utilizzarli a crudo – e quindi di inserirli al di sopra della pizza solo dopo la cottura – oppure di porli al di sotto della mozzarella, prima della cottura, così che restino umidi e gradevoli al palato.

Come visto, la cottura della pizza è un fattore importante da conoscere, per realizzare pizze dalla consistenza perfetta e dal gusto soddisfacente. Basteranno pochi accorgimenti e l’utilizzo dei migliori Prodotti per Pizzerie per sfornare pizze fumanti, pronte a soddisfare ogni palato.

×