Aprire una pizzeria: i consigli per avviare un’attività di successo

aprire una pizzeria

Se l’ambito della gastronomia vi appassiona e la vostra idea imprenditoriale si traduce nell’aprire una pizzeria è opportuno tenere bene a mente quali sono i passaggi da fare, soprattutto se questa rappresenta la vostra prima impresa. Quindi, come aprire una pizzeria, qual è la documentazione necessaria e quali sono i passaggi fondamentali per avviare un’impresa di successo? Ecco i nostri consigli per guidarvi in questa importante scelta.

Aprire una pizzeria: da cosa cominciare?

Aprire una pizzeria, come qualsiasi altra attività commerciale, richiede attenzione e una buona organizzazione. Sono tanti, infatti, i documenti richiesti per avviare una pizzeria e le operazioni da effettuare, per poter avviare la propria attività. Alla base di tutto, però, è necessario una certa predisposizione imprenditoriale e tanta passione per il proprio lavoro. Che siate pizzaioli professionisti con la voglia di mettervi in proprio o dei semplici appassionati del settore gastronomico, con l’idea di muovere i primi passi in questo ambito, l’unica cosa che conta è seguire i passaggi necessari.

Il primo passo da compiere per aprire una pizzeria, un po’ come per tutte le attività imprenditoriali, è sicuramente quello di delineare il proprio progetto partendo dal cosiddetto business plan. Questo importante documento, infatti, è alla base di una corretta pianificazione strategica, affinché l’attività imprenditoriale sia basata su solide fondamenta e, soprattutto, si prefigga degli obiettivi a medio-lungo termine.

Come testimonia la storia della pizza, questo alimento è uno dei capisaldi della cucina italiana, capace di riscuotere ancora oggi un enorme successo, sia a livello territoriale che extraterritoriale. Per questo, con un business plan adeguato, è possibile delineare i punti di forza della propria pizzeria, tenendo ben presente quali saranno gli obiettivi da raggiungere, l’offerta che desiderate proporre, gli elementi distintivi del vostro locale e come gestirlo al meglio. Vediamo, quindi, nel dettaglio tutti questi punti, così da capire anche quali sono tutti i documenti e i requisiti per aprire una pizzeria che vi serviranno.

Quali sono le autorizzazioni e i requisiti per aprire una pizzeria?

Esistono dei requisiti per aprire una pizzeria. La risposta è sì, ma ci sono anche alcune caratteristiche consigliabili affinché l’impresa possa avere successo. Questo perché, trattandosi di un locale del settore gastronomico, è necessario possedere un minimo di esperienza per essere gestito al meglio e di tutta una serie di protocolli che dovranno essere stilati, affinché sia possibile trattare e vendere prodotti alimentari.

Per quanto riguarda i primi è auspicabile, per esempio, che il gestore del locale possegga un’esperienza di almeno un paio di anni nel settore della ristorazione oppure che abbia conseguito un diploma di tipo alberghiero. Essere imprenditori in questo settore, infatti, non significa solamente far quadrare i conti a fine mesi, ma vuol dire anche saper comprendere le esigenze dei clienti, le tendenze e tante altre cose che si acquisiscono solamente attraverso l’esperienza.

Altra questione, invece, sono i requisiti veri e propri. Per esempio, per poter effettuare la somministrazione di cibo e bevande è necessario aver frequentato e superato il corso SAB – Somministrazione Alimenti e Bevande – presso la Camera di Commercio. A questo, poi, si aggiungono le autorizzazioni per aprire una pizzeria, che sono cruciali in questo percorso. Per questo, è opportuno seguire i vari step nel modo corretto, affinché il vostro locale possa disporre di tutta la documentazione necessaria per iniziare l’attività. In linea di massima, è possibile aprire una pizzeria seguendo questi passaggi:

  • aprite la Partita IVA con codice ATECO per le imprese commerciali;
  • iscrivetevi presso il Registro delle Imprese come società o ditta individuale;
  • regolate le posizioni INPS e INAIL;
  • comunicate al Comune di riferimento l’apertura del locale con un preavviso minimo di 30 giorni rivolgendovi allo Sportello delle Attività Produttive;
  • richiedete il permesso per esporre l’insegna del vostro locale;
  • procuratevi, all’ASL competente, il nulla osta sanitario che attesterà l’adempimento del locale alle normative vigenti nel rispetto del protocollo HACCP per i locali ristorativi;
  • proseguite con l’installazione del POS per i pagamenti con carta.

Una volta ottenuta tutta la documentazione e le necessarie autorizzazioni per aprire una pizzeria, non vi resta che cominciare a concretizzare la vostra idea imprenditoriale.

Come aprire una pizzeria: scegliere il luogo e l’arredamento del locale

Delineato il business plan, e mentre si acquisiscono le necessarie autorizzazioni per aprire una pizzeria, è necessario individuare il luogo nel quale desiderate dare vita alla vostra attività. Ricordate, infatti, che esso rappresenterà un fattore cruciale per l’attività del vostro locale, in quanto sarà proprio il luogo a permettervi di acquisire e fidelizzare la clientela. Per questo, è importante collocare la propria pizzeria in luoghi strategici, facilmente raggiungibili e possibilmente dotati di parcheggio.

Qualora vogliate aprire una pizzeria d’asporto o al taglio, invece, potrete valutare l’acquisto o l’affitto di un locale con spazi ridotti. Questo perché lo spazio dovrà essere impiegato principalmente per il collocamento della postazione dei pizzaioli e dei forni, e per creare la vostra cucina e arredare il bancone per l’esposizione dei prodotti. Se, invece, desiderate aprire una pizzeria tradizionale che, quindi, offra la possibilità ai clienti di pranzare o cenare all’interno del locale, è opportuno disporre di spazi più ampi per allestire la sala con un numero sufficiente di tavoli, pronti ad accogliere la vostra clientela.

Invece, quali sono le idee per arredare una pizzeria? Certamente sono molteplici e potrete basarvi sia sul tipo di locale scelto che sui vostri gusti personali. Per esempio, per le pizzerie d’asporto o taglio, potrete optare per uno stile rustico e conviviale, con banconi in legno e postazioni classiche. Per le pizzerie tradizionali, invece, potrete scegliere uno stile più elegante o shabby chic per la sala, con tavoli e sedie in legno chiaro e pavimento in parquet, attrezzando le postazioni di lavoro con utensili moderni e ad alta tecnologia. In ogni caso, affidatevi al vostro gusto personale oppure, se ne avvertite l’esigenza, rivolgetevi ad un interior designer che saprà consigliarvi come arredare la vostra pizzeria.

Come aprire una pizzeria di successo differenziando la propria offerta

Scelto il luogo del vostro locale e delineato il suo design interno, è necessario studiare l’offerta del vostra pizzeria. Questo passaggio, infatti, è fondamentale per poter gestire una pizzeria di successo, poiché sarà proprio l’offerta a comunicare alla clientela non solo quali saranno le pietanze che potranno gustare nel vostro locale ma anche il vostro punto di forza e l’eccellente qualità dei vostri prodotti.

Per poter comunicare in modo efficace la vostra offerta, è necessario creare un menu pizza coerente con lo stile del locale, chiaro e completo. Sarà proprio grazie ad esso, infatti, che potrete “parlare” ai clienti di chi siete e di ciò che potranno trovare e degustare all’interno del vostro locale, invogliandoli a provare ogni piatto inserito all’interno del vostro menù.

Come aprire una pizzeria restando al passo con i tempi

Infine, un consiglio molto utile per aprire una pizzeria di successo è quello di spostare la promozione del locale anche sui canali social. Infatti, dati i trend pizza 2020, è opportuno che la vostra nuova attività abbia una pagina dedicata, nella quale potrete postare l’offerta della vostra pizzeria, le promozioni ideate e tutto ciò che servirà per farsi conoscere dalla clientela. Inoltre, i social non saranno solo utili all’acquisizione di nuovi clienti ma anche per ricercare il personale adatto alla vostra attività: vi basterà, infatti, scrivere e postare annunci online per reclutare il personale e attendere le eventuali candidature. In questo modo, potrete gestirle facilmente e mettervi in contatto con i diretti interessati in tempi nettamente più brevi rispetto alle modalità di reclutamento tradizionali.

In conclusione, sono tanti i fattori da tenere in considerazione se si intende aprire una pizzeria che sia al passo coi tempi. Oltre all’iter burocratico e alla definizione della propria strategia, è importante offrire ai clienti ottime pietanze realizzate con i migliori Prodotti per Pizzerie, così da garantire loro un’esperienza indimenticabile.

Un pensiero su “Aprire una pizzeria: i consigli per avviare un’attività di successo

  1. Pingback: Come diventare pizzaiolo: alla scoperta della professione

Commenti chiusi

×